La falegnameria, l’orto, la sartoria e i corsi di teatro: i detenuti del carcere di Palermo, con l’aiuto di un gruppo di imprenditori, stanno cercando nuove vie di riscatto e cambiamento. Presto anche un ristorante aperto alla città