A cinquanta anni dal terremoto il paese prende finalmente coscienza delle sue potenzialità e punta sul rilancio con nuove forme di turismo. Sta cominciando una nuova utopia