Sulle tracce della Vergine

È una lettura inedita dell’opera di Antonello da Messina, quella che propone Giovanni Bonanno. È incentrata sulle diciassette tavole dedicate a Maria. Partendo da quelle immagini, l’artista indaga la figura della Vergine in parecchi momenti fondamentali della sua esistenza: l’annunzio angelico della sua maternità, la sua esistenza di madre sino al tremendo dolore del Golgota. Sono opere in cui sorprende, sottolinea Bonanno, l’intensità con cui Antonello tenta di penetrare la mente di Maria, percepirne pensieri ed emozioni. Bonanno propone un libro in otto capitoli, esegeticamente nuovo, con scrittura narrativa ed empatica.

Giovanni Bonanno

Antonello dipinge Maria

Mondadori Electa

Schiavone al tempo del Covid 19

Un regalo da scartare in queste settimane di “reclusione”. è quello che Antonio Manzini e il suo vice questore Rocco Schiavone, nonché la casa editrice Sellerio, fanno a tutti gli appassionati dell’originale investigatore romano. è un racconto calato nei momenti che stiamo vivendo in cui però c’è tutto lo spirito di Schiavone che si trova a fronteggiare il mistero di una morte. Lettura veloce che può avvenire scaricando gratuitamente l’ebook all’indirizzo https://sellerio.it/download/l-amore-ai-tempi-del-covid-19-manzini.pdf. Infine autore ed editore invitano i lettori a donare un euro all’ospedale Spallanzani andando a questo indirizzo: https://donazioni.inmi.it e seguendo le istruzioni.

Antonio Manzini

L’amore al tempo del Covid 19

Sellerio

Bianca nella tempesta

C’è una vecchia “tempesta” nel passato di Bianca Nardi. Un punto di snodo con cui lei stessa per lungo tempo non sembra disposta a fare i conti, avendola seppellita. Poi una nuova “turbolenza” porta a galla la necessità di affrontare quanto è avvenuto nel passato. Per Bianca inizierà un periodo di complessa esplorazione della sua vita e del suo mondo. Ed è un tragitto carico di fatica che viene raccontato con penna delicata dalla scrittrice messinese.

Patrizia Ajello

Tre giorni

Torri del Vento

A caccia di Giorgione

A novant’anni dalla loro scoperta (1930) gli affreschi raffiguranti David che ostenta la testa del gigante Golia e Giuditta che contempla il capo mozzato di Oloferne, presenti nel duomo di Montagnana, non hanno ancora trovato consenso unanime circa il loro autore che è stato identificato da alcuni storici dell’arte in Giorgione. Con un lavoro degno di un’investigazione, lo studioso Sergio Alcamo riesce a trovare conferme all’attribuzione. E racconta il tutto in un libro approfondito e godibile.

Sergio Alcamo

Scolpire la pittura

Donzelli

LORLOR