di Mario Pintagro

2020  Alla settantesima edizione del Festival di Sanremo la Sicilia è rappresentata da Claudia Lagona, in arte Levante e da Alberto Urso. Levante, autrice di numerosi brani di successo ed ex giudice di X Factor è di Caltagirone ma risiede a Torino. Urso è di Messina e ha vinto l’ultima edizione di Amici di Maria De Filippi.

2003  Canta per l’ultima volta all’Ariston Giuni Russo. La portentosa ugola palermitana, aggredita dalla malattia che la porterà alla morte, canta la bellissima canzone Morirò d’amore. Giuni, calva per la chemioterapia, si è rifiutata di indossare la parrucca e ha chiesto l’intervento del truccatore Beppe Tripoli che le ha dipinto con l’henné alcune spirali sulla testa.

1974  Iva Zanicchi si aggiudica il primo premio del Festival con la canzone Ciao cara come stai. Dietro questo successo c’è un autore appena ventenne di Ramacca, Cristiano Malgioglio. Grazie a Sanremo, per il giovane autore si spalancano le porte del successo. Diventerà autore per Mina, Giuni Russo, Amanda Lear, Rita Pavone.

1972  è la volta di una cantante di Misterbianco, Marcella Bella. Il suo Montagne verdi incanta il pubblico, ma ottiene solo il settimo posto. Il brano è scritto da suo fratello Gianni e da Giancarlo Bigazzi, binomio artefice di tutti i suoi grandi successi anni Settanta. Il 45 giri però spopola in classifica e vende clamorosamente più di mezzo milione di copie.

1968  Sul palco del teatro Ariston è la volta di un conduttore che diventerà popolarissimo. Si tratta di Pippo Baudo che è affiancato da Luisa Rivelli. Baudo nello stesso anno condurrà Un disco per l’Estate, affermandosi come conduttore per un nuovo stile. A Sanremo farà registrare il record di conduzioni con ben tredici edizioni, sino al 2008.

1951  La città dei fiori ospita la prima edizione del Festival e a condurlo è il palermitano Nunzio Filogamo. Trasferitosi a Torino con la famiglia, ha studiato alla Sorbona per diventare avvocato. È poi stato conduttore radiofonico e televisivo,  attore, cantante e regista radiofonico italiano. Sanremo gli porta fortuna tanto che presenta altre quattro edizioni.