Tecno. Droni, automi, elettrodomestici smart, domotica: ecco le novità del Consumer Electronic Show di Las Vegas. Ma la vera protagonista è l’intelligenza artificiale

di Davide Fumagalli

  1. Chiavi intelligenti. La serratura di Netatmo funziona attraverso una batteria della durata di due anni. Utilizza il Bluetooth per comunicare con l’app per smartphone, e il protocollo radio Nfc per le chiavi intelligenti: in questo modo la serratura intelligente si apre e si chiude inserendo la Chiave Intelligente, come una chiave convenzionale.

  1. Lavaggi smart. La lavatrice Artificial Intelligent Direct Drive di LG non solo rileva il volume e il peso di ogni singolo carico di biancheria, ma utilizza anche l’AI e sensori per identificare i diversi tipi di tessuto presenti. Utilizzando algoritmi evoluti la lavatrice confronta queste informazioni con più di 20 mila combinazioni diverse per impostare il ciclo di lavaggio più adatto al carico, controllando i movimenti del cestello, la temperatura e il tempo.

  1. Piccolo ma sveglio. Con la forma sferica interrotta solo da camere e sensori, Ballie sembra uscito da un film di Guerre Stellari. Il piccolo automa di Samsung è infatti capace di riconoscere il proprietario, e gli animali domestici, e di controllare tramite il wi-fi tutti gli elettrodomestici intelligenti presenti nella casa.

  1. Amico drone. Capace di volare autonomamente e seguire il proprietario ma anche di trasformarsi in una videocamera intelligente da impugnare per filmare video senza alcuna vibrazione grazie allo snodo motorizzato a controllo elettronico, PowerEgg X è semplicissimo da utilizzare. Dotato di un potentissimo microprocessore, può collegarsi al microfono dello smartphone per registrare i suoni e collegarli ai video 4K filmati.

  1. Strade sicure. E’ un dispositivo di registrazione che si fissa facilmente al parabrezza composto da una camera frontale che, con un angolo di ripresa di 180°, registra filmati ad alta definizione di tutto ciò che succede sulla strada. In questo modo è possibile documentare tutto quanto è avvenuto prima di un eventuale incidente (riconosciuto automaticamente dai sensori).