Nero d’Avola & Co: alla scoperta delle eccellenze del vino

Nell’Isola delle eccellenze non si può non far tappa a San Cataldo. Siamo in provincia di Caltanissetta. Qui c’è uno spazio unico. Un’enoteca che raccoglie oltre 30.000 bottiglie e la possibilità di gustare delle ottime pietanze in uno spazio esclusivo. Parliamo di Nero d’Avola & Co. Un’esperienza davvero particolare e che sembra non avere precedenti sul territorio, almeno per la sua storia e la sua crescita. In dieci anni Michele Bonfanti, imprenditore e sommelier, è riuscito a costruire una realtà premiata e apprezzata. Gli ingredienti sono sacrificio, lavoro, sogni e passione. Oggi Nero d’Avola & Co è riconosciuta come una delle migliori enoteche presenti nel Meridione e che vanta una rete commerciale costruita a livello globale. Sono state le capacità manageriali e la professionalità di Michele Bonfanti a dare la spinta a un’azienda che valorizza il territorio e i suoi prodotti e che al contempo dà lustro al brand Sicilia. Nero d’Avola & Co nasce nel 2008 dalla passione per il vino. Una realtà rivoluzionaria che tratta tutte le regioni d’Italia. E lo fa con i grandi vini di tutti i territori. Tra i fattori che hanno determinato il successo ci sono le serate di degustazione con i produttori. Nell’arco di sette anni l’enoteca è stata premiata come migliore tra quelle presenti nell’Isola. Si lavora adesso ai progetti “Fine luxury food” e “Fine luxury wine” per dare luce a tutte le eccellenze dell’Isola.

 

Ristorante Palazzo Branciforte, un pranzo nella storia di Palermo

Non è solo uno slogan. Ma una dimensione dell’eccellenza. Al Ristorante Palazzo Branciforte la cucina è protagonista. Lo è nelle pietanze, negli ingredienti, nell’accurata preparazione. Nell’ambiente che circonda tutto. Siamo a Palermo, nel cuore del centro storico. In via Bara all’Olivella 2 c’è un Palazzo la cui storia affascina, così come la sua bellezza incanta. E in tutto questo si inserisce uno spazio in cui la bontà prende forma nel sapore. L’armonia nei piatti. Un’atmosfera calda e accogliente quella del Ristorante Palazzo Branciforte. Dagli eventi d’Elite a momenti in cui si vuole privilegiare il rapporto con l’altra persona. Dal ricevimento alla festa, dal meeting aziendale a incontri informali, è vasta la gamma di servizi offerti. Eccellente il servizio di banqueting e di catering a Ristorante Palazzo Branciforte. Le ricette sono preparate rigorosamente dello chef Gaetano Billeci. Nasce a Palermo il 1 gennaio del 1982. Ha indossato il grembiule a 14 anni per il primo servizio al Charleston, celebre ristorante della sua città. Quello il giorno dell’inizio di una lunga gavetta senza confini: attraverso l’Europa, dalle osterie ai ristoranti stellati. Italia, Norvegia, Francia, Regno Unito, Malta, passando per la Tanzania. Nel 2011 il ritorno in Sicilia, dove riafferma e consolida il proprio stile: saldo nella tradizione ma raffinato ed eclettico. La cucina gourmet per tutti i palati.

 

Nodo per nodo un viaggio nell’arte alle Officine del Tappeto

Un laboratorio che nasce nel 2014 a Palermo dal “magico” connubio del “fare” e del “piacere”. Parliamo di Officine del Tappeto. Una piccola bottega artigiana dove i valori umani prevalgono su tutto. “Chi di voi possiede un tappeto – spiegano da Officine del Tappeto – potrebbe non immaginare quale grandiosa opera essa sia. Dal più semplice, genuino, rustico e nomadico al più altisonante tappeto d’atelier, hanno tra loro in comune la capacità dell’uomo di raccontare, nodo per nodo, un sogno, un mondo che idealmente è espressione intrinseca della bellezza del Creato. Il tappeto non è semplicemente un complemento d’arredo. Per molti è qualcosa di più: un ricordo di un viaggio, il dono di una persona cara, una tavolozza di colori che accompagna nei momenti di relax l’intimità della vostra casa”. Officine del Tappeto interviene con competenza e passione affinché “le ferite del tempo vengano rimarginate. Se è possibile, nella nostra bottega, vorremmo che ritornaste ad innamorarvi dei vostri tappeti”. Tappeti che parlano anche italiano. Il principio per il quale si attribuisce al tappeto un forte legame alla cultura orientale è noto a tutti. Anche l’arte del restauro di esso è quasi sempre assimilabile all’abilità di queste popolazioni. “Negli ultimi anni in cui la globalizzazione ha messo a confronto popoli distanti tra loro – affermano da Officine del Tappeto – il nostro laboratorio è un esempio lampante di come le competenze e le conoscenze trasferite ad uno staff completamente italiano esaltino la potenzialità di questi interscambi culturali che sono una grande risorsa”.

Biscotti Tumminello, il buono delle materie prime siciliane

Alla base di tutto c’è la passione. E ci sono anche le materie prime selezionate e controllate. Quelle capaci di parlare il linguaggio del territorio. Ma soprattutto di una genuinità che è sinonimo di salute. Un’eccellenza che trova la sua migliore sintesi in “Biscotti Tumminello” di Castelbuono. Un’azienda che nasce nel 1977 dalla volontà delle sorelle Arcangela, Rosa e dei loro rispettivi mariti Lucio e Vincenzo. Di ritorno dalla Germania rilevano un panificio – biscottificio a Castelbuono. Con la seconda generazione si decide di ampliare la produzione dei biscotti con nuovi macchinari. Ed è così che, attraverso una rete di distribuzione diretta, i prodotti vengono diffusi in tutto il territorio regionale. Sono utilizzati grani antichi siciliani quali la Tumminia o la Maiorca, l’olio extra vergine di oliva siciliano, il latte fresco siciliano, le uova fresche siciliane, così come le mandorle di Avola, il miele locale, il cioccolato di Modica Igp o la tipica manna di Castelbuono. Da Biscotti Tumminello viene garantita una particolare attenzione all’innovazione e alle proprietà salutistiche degli ingredienti. A cominciare dall’uso dei Grani antichi siciliani. Grani prodotti da piccoli produttori locali e moliti a pietra. “Sono grani che hanno un basso indice glicemico – spiega Giovanni Tumminello -. Le farine nei nostri biscotti permettono di mangiare un prodotto integrale non privo del germe, fonte fondamentale di preziose sostanze nutritive. Sono farine meno raffinate e, per questo, più nutrienti e sane. Acquistare i nostri biscotti significa mangiare siciliano e tutelare la biodiversità”.