di Marcello Barbaro

Due perle di Camilleri da non dimenticare

Ci sono piccole perle nella vasta produzione del maestro agrigentino Andrea Camilleri, che rischiano di passare in secondo piano, magari surclassati dalla notorietà del commissario Montalbano e del suo mondo. Eppure questi due racconti Il cielo rubato e La moneta di Akragas proposte insieme qualche tempo addietro da un editore sagace, meritano di essere inseriti fra le letture utili a comprendere l’orizzonte dello scrittore. E se da un lato c’è un’indagine sui generis su possibili misteri attorno ai quali persino l’autorevolezza degli studi si può essere fermata, dall’altra abbiamo una prova da autore di romanzi storici e civili, ambito nel quale Camilleri si è sempre mosso a proprio pieno agio.

Andrea Camilleri

La moneta
di Akragas

Skira

camilleri.jpg

Tra vecchie strade e piazze scomparse

In questo volume vengono “percorse” e descritte strade e piazze cittadine nel loro evolversi architettonico e urbanistico a partire dal XIV secolo. L’architetto Chirco effettua un tragitto immaginario e storico, con rigore e puntualità, ma rendendo vive quelle porzioni di città che ricostruisce. Senza alcun cedimento al rimpianto per ciò che si è perso con il passare degli anni. A spingerla in questo viaggio c’è anche la volontà di restituire ai giovani il gusto per la scoperta. Un esempio su tutti. Difficile avere nozioni della via San Giuliano, scomparsa alla fine del Seicento in seguito alla costruzione del Teatro Massimo, che smantellò un intero quartiere. Nelle righe di Adriana Chirco torna a vivere e ci fa comprendere come una città cresce e si sviluppa.

Adriana Chirco

Antiche strade e piazze di Palermo  

Dario Flaccovio

DF - Chirco STRAPIAZ 1ª.jpg

Il rombo del motore del Giro automobilistico

Fra aneddoti curiosi e drammatici, vengono rivissute le diciotto edizioni del Giro automobilistico di Sicilia, nato nel 1912 dalla inarrestabile fantasia e capacità imprenditoriale di Vincenzo Florio che, allora nemmeno trentenne, si gettò nel mondo dei motori per lenire il dolore della perdita della giovane moglie Annina. E si inventò questo Giro di Sicilia di mille chilometri lungo le strade polverose dell’Isola che per qualche tempo prese il posto della Targa Florio.

Salvatore Requirez

Il giro automobilistico
di Sicilia

Nuova Ipsa

requirez.jpg

Amore, tutto quello che c’è da sapere

Tredici storie per approfondire il senso stesso dell’amore, di cosa si intende con questa parola. E ancora: conosciamo davvero chi sta al nostro fianco? Amor cieco raccoglie frammenti di vita, quelli in cui, improvvisamente, giunge l’attimo rivelatore che modifica per sempre l’esistenza. Mancuso racconta di destini che si incrociano e mutano: dalla lontana Norvegia, sino, indietro nel tempo, alla Grande guerra con i soldati in trincea e i loro desideri e quelli delle loro donne lontane e sole.

Luigi Mancuso

Amor Cieco

Torri del Vento

mancuso.jpg