Smartphone e tablet con display pieghevoli competono con i dispositivi tradizionali.  E le nuove interfacce software portano la produttività ad alto livello

di Davide Fumagalli

  1. Doppio display. Microsoft Surface Neo, che arriverà sul mercato alla fine del prossimo anno, è un pc con un doppio display touch pieghevole da 9 pollici, equivalente a un 13 pollici una volta aperto. Permette di trasferire i programmi da un display all’altro grazie al pieno supporto di Windows X, la prossima versione del sistema operativo di Microsoft. Pesa appena 655 grammi, con una tastiera si può usare come un pc portatile.
  1. Al lavoro su due app. Microsoft Surface Duo è uno smartphone dotato di un doppio display pieghevole basato su una versione del sistema operativo Android di Google. Duo permette di utilizzare due app allo stesso tempo, o dedicare uno dei due schermi alla sola tastiera trasformandolo in un pc portatile. In arrivo per il Natale del prossimo anno.
  1. Super memoria. Samsung Galaxy Fold si presenta da chiuso con un display frontale da 4,6 pollici in formato ultrawide 21:9 e ottimizzato per l’interfaccia di Android e per la visione, con un orientamento orizzontale, di video in streaming, mentre aprendolo si passa a uno schermo da 7,3 pollici in formato 4,2:3, tipico di un personal computer. Ha ben 12 Gb di ram e 512 Gb di memoria. Ha la possibilità di aprire sino a tre app simultaneamente in altrettante finestre.
  1. Fotocamere professionali. Huawei Mate X ha un display pieghevole di 6,6 pollici da chiuso nel frontale e di 6,38 nel retro, raggiunge gli 8 pollici una volta aperto. Le fotocamere, sviluppate con Leica, sono poste a lato del display, nella parte posteriore dello smartphone una volta chiuso, così da lasciare il display completamente libero.
  1. Lg blocco semplice. Doppio display da 6,4 pollici per LG G8X ThinQ Dual Screen, che integra una cerniera centrale Freestop a 360 gradi che permette di fissare l’angolo di apertura preferito, proprio come in pc portatile, per adattarsi al meglio a ogni esigenza. Il sensore di impronte digitali integrato nel display principale rende lo sblocco semplice, anche con il doppio schermo ripiegato su sé stesso, mentre la fotocamera frontale da ben 32 megapixel è alloggiata in un notch a goccia.

image005 (8)image004 (11)image003 (15)image002 (20)image001 (19)