New sicilian harmonies

di Vincenzo Donatiello

MERLOT NERO D’AVOLA “RAMIONE” 2012 – BAGLIO DI PIANETTO
Un rosso di incontro tra il nero d’Avola e il Merlot, due uve che riescono nell’accordo come su uno spartito musicale. Vinificate e affinate separatamente vengono assemblate prima di un ulteriore riposo in bottiglia. Un vino che mostra finezza e i caratteri peculiari del territorio di Pianetto. Profumi di frutti di bosco, liquirizia e vaniglia e un gusto pieno, morbido e persistente. Da sorseggiare con il pollo ai peperoni.

CAVADISERPE 2016 – MANDRAROSSA
La grande ricerca di Mandrarossa sul territorio di Menfi ci porta sempre a scoprire vini che esaltano le peculiarità di questo spicchio di Sicilia. Come questo Cavadiserbe, blend di Alicante Bouschet e Merlot che si presenta con profumi di confettura di frutta rossa, erbe aromatiche e spezie ed un sorso di grande armonia, struttura ed armonia, dai tannini eleganti e di lunga persistenza. Con una grande carne alle erbe mediterranee.

SICILIA NERELLO MASCALESE IGT 2010 – TENUTE MANNINO DI PLACHI
Un rosso di corpo, proveniente da una vigna di Nerello Mascalese che arriva fino a un’età di ottanta anni. Ha grinta e ritmo questo vino, con profumi di frutti rossi, fogliame e vaniglia e un sorso asciutto, pieno, e dalla trama tannica elegantissima. Da abbinare a una grigliata di carne.

BARBARESCO 2015 – RIZZI
La famiglia Dellapiana della Cantina Rizzi è uno dei nomi simbolo della denominazione. Il barberesco 2015 nasce dall’assemblaggio di diversi vigneti presenti sul territorio di Trieso. La classicità di questo grande vino da uve Nebbiolo è tutta nei profumi di viola, sottobosco e spezie e nel sorso di grande finezza e armonia con la mineralità e la trama tannica in grande spolvero. Con l’arrosto di vitello.

FEUDI DEL PISCIOTTO
Realtà con circa 15 anni di storia, si è imposta come una delle aziende più dinamiche del Ragusano. Il connubbio di natura, vino e moda porta vini eleganti non solo nel gusto ma anche nell’abito. Come questo Merlot, di struttura e potenza, profumato di more, ciliegie e spezie e dal palato caldo, avvolgente e persistente. Da assaggiare sul Ragusano.

SERRAMARROCCO 2012 – BARONE DI SERRAMARROCCO
Un blend bordolese di spessore quello di Barone di Serramarrocco. Cabernet Sauvignon e Cabernet Franc nel territorio del Trapanese dimostrano un grande spirito di adattamento al terroir e mostrano un vino corposo e muscolare, caldo e dai profumi di marasca, pepe, spezie dolci e toni minerali. Il sorso è tonico, morbido, minerale e di lunghissima persistenza. Adatto a secondi di selvaggina da piuma.

ROSSO DEL SOPRANO 2013 – PALARI
Il secondo vino di Palari che nulla ha da invidiare al Faro, nasce da uve autoctone come Nerello Mascalese, Nocera, Nerello Cappuccio e Galatena. Un rosso di grande eleganza e che non disdegna di riposare in bottiglia prima di finire nel vostro bicchiere. Profuma di frutta, spezie e tabacco e al palato è di grande avvolgenza. Da assaggiare sulla bistecca alla palermitana.

CHIANTI CLASSICO “BERARDENGA” 2016 – FELSINA
Felsina è una delle aziende più classiche e tradizionali nell’ampio panorama del Chianti Classico. Qui il Sangiovese si prende tutta la scena e mostra il suo carattere più puro. Profumi di rosa, frutti di bosco e spezie e un palato che, nonostante un tannino percettibile, è fine e armonico. Un grande classico con la bistecca alla Fiorentina.