Programmi, luoghi, spettacoli

VINO
Palermo, “Avvinando WineFest”, Cantieri culturali alla Zisa 11/12 maggio
È l’ora dell’VIII edizione di “Avvinando WineFest” ai Cantieri Culturali alla Zisa. Due giornate interamente dedicate alle eccellenze enologiche italiane e gastronomiche della Sicilia. La manifestazione prevede una serie di eventi aperti al grande pubblico, ideati per raccontare il mondo del vino in modo semplice e appassionante. Previsto un ricco programma di assaggi, degustazioni guidate e momenti di approfondimento, tutti giocati sulla relazione tra mondo enologico e mondo culturale. Ma “Avvinando Wine Fest” è anche un tour da esplorare tattilmente attraverso totem interattivi che permetteranno viaggi virtuali nel gusto e nel territorio siciliano tramite percorsi audio-visivi.

EVENTI
Palermo, “Settimana delle culture” – 11/19 maggio
Torna a Palermo la “Settimana delle Culture”, la manifestazione che prevede un gran numero di appuntamenti, tra mostre, spettacoli, incontri culturali, visite guidate. Eventi collaterali e spazio alla creatività siciliana, in un incontro di linguaggi artistici, che saranno un prestigioso biglietto da visita di una città che guarda al presente e al futuro, a partire dalla storia e dalle culture plurali che la contraddistinguono.

FESTIVAL
San Vito Lo Capo, Festival internazionale degli Aquiloni, 16/19 maggio
Emozioni a naso all’insù per la XI edizione “Festival internazionale degli aquiloni”  sulla spiaggia di San Vito lo Capo, tra sole, vento, mare ed esibizioni di aquiloni, sulla costa nord-occidentale della Sicilia, nella baia compresa tra le riserve naturali dello Zingaro e di Monte Cofano. La manifestazione è dedicata a un antico oggetto sportivo e ricreativo presente in diverse forme: aquiloni costruiti con foglie e con carta di riso, con disegni che evocano flora e fauna, con colori variopinti. Ricco il programma di spettacoli, come gli aquiloni pirotecnici che, fluttuando nel cielo notturno, daranno vita a un gioco di luci simile a quello creato dai fuochi d’artificio. E ancora, gara di aquiloni acrobatici sulle note di brani musicali scelti dai partecipanti all’evento

MUSICA
Palermo, “Don Giovanni di Mozart secondo l’Orchestra di Piazza Vittorio”, Teatro Biondo 10/19  maggio
Al centro del nuovo lavoro dell’Orchestra di Piazza Vittorio c’è l’idea di un Don Giovanni androgino, affidato alla voce femminile di Petra Magoni e di una lettura diversa dei rapporti tra i personaggi. Firmano la regia Andrea Renzi e Mario Tronco, mentre le elaborazioni musicali sono affidate a Leandro Piccioni, Pino Pecorelli e allo stesso Tronco. Nel cast anche la cantante reggae Mama Marjas, Hersi Matmuja, Evandro Dos Reis, Omar Lopez Valle, Houcine Ataa e, alla prima collaborazione con l’Orchestra, Simona Boo, dal 2015 vocalist dello storico gruppo napoletano dei 99 Posse. L’approccio ludico che l’Orchestra ha con la musica classica pone l’accento su come il divertito abbattimento di ogni confine di genere e l’espansione dei limiti dell’eros possano creare una nuova possibilità di indagine del dramma giocoso di Mozart. Don Giovanni, come un redivivo Cab Calloway in un immaginario Cotton Club, in un’ambientazione dal gusto anni ‘20 ma anche fortemente contemporaneo, dirige la sua orchestra e il suo destino in una pulsione di libertà e perdizione.

CINEMA
Palermo, IX edizione “Sicilia Queer FilmFest”, 30 maggio/5 giugno
Anche quest’anno bei film e ospiti importanti al “Sicilia Queer FilmFest – Festival internazionale di nuove visioni”, l’unico festival cinematografico internazionale a tematica queer a sud di Firenze, che si propone, attraverso il mezzo audiovisivo, di promuovere il contrasto alla discriminazione sociale, di diffondere la cultura della diversità e una maggiore presa di coscienza dell´apporto positivo legato alle differenze. E lo fa attraverso una valorizzazione di opere non conformi, esplorando un orizzonte costituito da sguardi volti a costruire una prospettiva nuova verso il cinema del futuro. Due le sezioni competitive: la prima è il “Queer short”, il concorso internazionale per cortometraggi: si tratta di una selezione di cortometraggi italiani e stranieri, realizzati in pellicola, in video o con le più aggiornate tecnologie digitali, che siano riconducibili a tematiche glbt o che riguardino anche l’eterosessualità secondo una prospettiva queer. E il Premio internazionale Nuove Visioni, ovvero il concorso internazionale aperto a lungometraggi di finzione e documentari, una sezione dedicata a opere prime e seconde, a nuovi autori o a film innovativi per altri punti di vista, non necessariamente legati a tematiche queer. Nell’attesa, tappe di avvicinamento tra cinema e musica.

TEATRO
Siracusa, Rappresentazioni classiche 2019, Parco archeologico della Neapolis, 9 maggio/6 luglio 2019
Da oltre cento anni, dal lontano 1914, tra maggio e luglio Siracusa porta in vita miti e leggende inchiodando gli spettatori da tutto il mondo sulle scalinate del suo teatro antico. La cavea del Parco archeologico della Neapolis, ancora intatta, ospita opere di Eschilo, Sofocle, Euripide, nello stesso scenario in cui questi autori le hanno messe in scena. Ogni anno tre opere legate da un unico concept logico e affidate a registi e scenografi di calibro internazionale. La 55° edizione delle Rappresentazioni classiche, dal 6 maggio al 9 luglio, ruoterà attorno al tema “Donne e guerra” con “Le Troiane” ed “Elena” di Euripide e la commedia di Aristofane “Lisistrata”. I titoli scelti puntano sul protagonismo al femminile ed esprimono con modi, trame e personaggi profondamente diversi. Una critica contro tutte le guerre.

ARTE
Catania e Mascalucia, Omaggio all’arte inquieta di Giuseppe Consoli nel centenario della nascita, Palazzo della Cultura/Auditorium 8 maggio/23 giugno – 19 maggio/2 giugno
La mostra, organizzata dall’Associazione culturale Consoli Guardo, è curata dallo storico dell’arte Antonio D’Amico e indaga l’opera e la personalità inquieta di questo eclettico artista sensibile ai temi sociali. Tra le opere più rappresentative del suo linguaggio pittorico, la monumentale tavola della Strage di Portella della Ginestra, un olio di 3 metri per 1,21 realizzato nel 1951 sull’onda emotiva dell’agguato del maggio 1947, alle porte di Palermo. L’opera, un autentico monumento civile che anticipa di qualche anno la tela omonima di Renato Guttuso, fa parte della collezione permanente della Cgil di Roma, dove è tuttora esposta

TRADIZIONI
Caltagirone, La scala infiorata, omaggio alla Madonna di Conadomini 1-31 maggio
Migliaia di vasi con piante e fiori dalle diverse sfumature di colore, formano un unico grandioso disegno sui 142 gradini di maiolica della scala di Santa Maria del Monte. La Madonna di Conadomini veniva esposta, al posto del Cristo portacroce, al centro di un polittico detto “cona” tutte le volte che gravi calamità affliggevano la comunità cittadina. Molteplici le manifestazioni in suo onore durante il mese di festa: oltre alla “Scala infiorata”, il tradizionale corteo “‘A Rusedda”, sfilata di carri, trattori e camion addobbati con la “rusedda”, la pianta di cisto, raccolta nel bosco di Santo Pietro che una volta serviva agli “stovigliai” (ceramisti) per ardere i forni; e la “Festa di Conadomini”, processione per le vie del centro storico.

EVENTI
Noto, Primavera barocca e infiorata – 17/19 maggio
Ogni anno il terzo fine settimana di maggio è dedicato all’ “Infiorata”, evento storico che fa parte della “Primavera barocca”, una serie di eventi tra cui il corteo barocco, costituito da banditori in costume d’epoca, figuranti, sbandieratori, e musici, che sfilano per le vie del centro storico.  “I siciliani in America” il tema della quarantesima edizione. Attorno al tappeto floreale di via Corrado Nicolaci, lunga 122 metri e larga 7, spettacoli e iniziative collaterali, mostre, esposizioni, degustazioni, itinerari nel centro storico e nel territorio, musei e chiese aperte.

CONCERTI
Acireale, Giorgia “Pop Heart Tour”, Pal’Art Hotel – 24 maggio
Inarrestabile Giorgia, nei palasport dove esplode la musica del suo “Pop Heart”, dal titolo del suo ultimo album, in cui l’artista mette tutto il suo “cuore pop” e la sua voce al servizio di 15 cover. Spiccano quindi classici italiani, come “Una storia importante” e “L’ultimo bacio”, ma anche vere e proprie hit inglesi, come “I Will Always Love You” di Whitney Houston  e “Sweet Dreams” degli Eurythmics. Un viaggio tra ricordi ed emozioni dalla forte vena nostalgica.

VERDE
Giarre, “Radicepura Garden Festival”, Parco Botanico Radicepura – fino al 27 ottobre
La Sicilia è la sede ideale della seconda Biennale internazionale del “Giardino mediterraneo”: ai piedi dell’Etna, “Radicepura” intende valorizzare l’eccellenza botanica del territorio, del clima, del suolo e dell’acqua, condizioni ideali che consentono alla vegetazione di esprimersi con maggiore vigore che altrove. “Giardini produttivi” è il tema dell’edizione 2019. All’interno del parco sarà possibile visitare 14 giardini e 4 installazioni, oltre all’Orto della Dieta mediterranea, realizzati appositamente con le piante più originali coltivate da Piante Faro, che raccoglie 800 specie e oltre 5.000 varietà, grazie all’attività portata avanti da oltre 50 anni da Venerando Faro alla guida dell’azienda insieme ai figli Mario e Michele. E poi c’è il gesto degli artisti invitati per creare progetti che coinvolgono culture diverse, scienze sperimentali, società, politica. Da non perdere.