Abbecedario perché forse il segreto sta tutto nella semplificazione, nel ridurre le presunte complessità all’eresia del buon senso. In Sicilia i problemi nascono non tanto nell’essere complicati, quando dal credersi complicati. E questo complica le cose. Anche le più semplici

di Roberto Alajmo

Corda
La nota categorizzazione pirandelliana – corda seria, corda civile e corda pazza – risulta inadeguata a riassumere la complessità dell’indole siciliana. Le tre corde classiche non coprono, per esempio, la svariata casistica dei danni autoinflitti: la diffidenza dei siciliani migliori nei confronti della cooperazione, l’autolesionismo elettorale, le mille occasioni in cui su quest’isola le cose facili trovano modo di diventare impossibili. 

Tanto che si potrebbe aggiungere alle prime tre una quarta che completi la gamma delle corde siciliane. Una corda da tirare nell’impellenza di farsi del male da soli, votandosi contro ogni logica al partito peggiore. Oltre quella seria, quella civile e quella pazza: la corda scema.