Abbecedario perché forse il segreto sta tutto nella semplificazione, nel ridurre le presunte complessità all’eresia del buon senso. In Sicilia i problemi nascono non tanto nell’essere complicati, quanto dal credersi complicati. E questo complica le cose, anche le più semplici

di Roberto Alajmo

Casacasa
Il siciliano possiede alcune espressioni che nemmeno vengono percepite come dialettali. Una è l’uso del senza al posto del non.
– Senza aprire la finestra. Senza levarti il cappotto. Senza andare in cucina.
Un’altra è l’uso transitivo dei verbi uscire, entrare, salire e scendere:
– Esci le carte. Entra l’ombrellone. Sali la bicicletta. Scendi il sacchetto della spazzatura.
Una terza abbastanza inspiegabile consiste nella reiterazione di un sostantivo per indicare un certo luogo riservandosi tuttavia un margine di vaghezza:
– Dove sono le chiavi? Casacasa, piedipiedi.
– Andiamo a passeggiare stradestrade, vicolivicoli, campagnacampagna, montagnemontagne.