La noia di una provincia quieta e sonnacchiosa negli anni Cinquanta, ma anche la noia di ore passate al pc mentre si sogna il mare

di Laura Anello

La noia di una provincia quieta e sonnacchiosa negli Anni Cinquanta, ma anche la noia di ore passate al pc mentre si sogna il mare. Storie di chi ha cambiato vita in questo numero di Gattopardo. A partire da Nino Frassica, che racconta per la prima volta i suoi inizi e rintraccia le origini della sua comicità surreale e dissacrante nella necessità di rompere il ritmo sempre uguale di Galati Marina, il sobborgo di Messina dov’è nato e cresciuto. E dove ancora ricordano i suoi primi scherzi esilaranti.

Fino a Lucio Bellomo, ingegnere brillante che ha lasciato la sua carriera per lanciarsi in un giro di trentatrè isole in barca a vela, in solitaria. Un viaggio pieno di incontri e di esperienze. Cambiare vita, insomma, si può. Cambiare il proprio destino ma anche quello della propria terra. Basta guardarsi dentro e capire in che direzione si vuole andare. L’augurio che facciamo agli straordinari giovani che studiano all’Accademia di Belle Arti e che qui raccontiamo, giovani convinti che la Sicilia non sia più luogo da cui scappare ma terra su cui investire energie e sogni.